Come gestire un’azienda: 5 regole d’oro per organizzarla

Sappiamo quanto la gestione della tua azienda sia complessa. Ti impegni ogni giorno perché tutto funzioni, le attività siano definite ed efficaci, i risultati vengano raggiunti nei tempi previsti e con la più alta qualità possibile.

È la tua azienda, la tua opera d’arte, e come tale cerchi sempre di occupartene al meglio.

Eppure, può succedere che qualcosa si inceppi, che non vada come dovrebbe.
Oppure, il tuo è un business giovane o sta vivendo una fase di grandi cambiamenti, e allora la sua gestione diventa ancora più articolata e sfidante.

Come fare?

Noi di Amajor vogliamo regalarti qualche regola utile e suggerimento concreto, che puoi mettere in pratica subito per affrontare con il giusto slancio lo straordinario percorso di gestione aziendale.

Che cosa si intende per gestione aziendale?

Partiamo dalle basi. La gestione aziendale è l’insieme di tutte le attività e operazioni che la tua azienda compie per raggiungere gli obiettivi. Ciascuna di queste azioni dev’essere coordinata affinché tutto proceda in maniera equilibrata e corretta.

Molte di queste operazioni sono strettamente legate, nello specifico, a decisioni e scelte importanti da prendere sia per te in qualità di imprenditore, sia da parte dei tuoi collaboratori. Ecco perché è bene che tutto risulti fluido e ben organizzato.

Per noi di Amajor, la gestione aziendale è l’anima del metodo che ci contraddistingue, fatta di valori, di obiettivi, di scelte condivise e di piani di sviluppo concreti, efficaci, che vanno dritti al traguardo.

Le 5 regole d’oro per gestire un’azienda

Ci piace pensare che ogni azienda sia una realtà meravigliosa, la tua. Proprio per questo ciascuna è una creatura diversa, con le sue caratteristiche e peculiarità, che la rendono unica al mondo.

Ecco perché non esistono regole incise sulla pietra che vadano bene per tutte le imprese. Esistono, però, alcune buone norme da cui partire per gestire correttamente l’azienda, che aiutano a generare uno sviluppo aziendale che funziona, sano e a misura tua.

Nel nostro articolo vogliamo condividerne con te alcune, affinché possano esserti utili a mettere in pratica una gestione aziendale più semplice, efficace e concreta.

Regola numero 1: Valori, Vision e Mission

Per noi questo è il punto di partenza imprescindibile. Senza valori, non esiste azienda!

Il nostro metodo prende le mosse proprio da qui: una definizione chiara e condivisa dei valori, la base della tua realtà imprenditoriale, ciò che la rende viva e in grado di crescere forte nel tempo.

I valori della tua azienda non devono essere semplicemente scritti sulla carta: vanno vissuti e trasmessi ogni giorno, diventando parte delle azioni tue e delle persone che vivono l’azienda assieme a te.

Individuarli non è sempre un’operazione semplice, ecco perché è bene affidarsi a chi possa guidarti nell’emozionante viaggio alla (ri)scoperta dei tuoi valori aziendali. Valori che andranno condivisi con tutti i tuoi collaboratori, affinché li percepiscano e li sposino pienamente in tutto ciò che sono e che fanno.
Sarà proprio l’allineamento valoriale a dare al tuo business un’incredibile forza!

A questo punto, definire la tua vision – ciò che ti ispira, il tuo sogno più grande – e la mission – quello che fai in concreto per raggiungerlo – sarà un processo naturale.

L’insieme di valori, vision e mission rappresenta uno strumento potentissimo: grazie a loro potrai creare un grande vantaggio competitivo, costruire un’identità forte e raggiungere più velocemente e in maniera stabile gli obiettivi che ti sei prefissato.

Regola numero 2: Definisci i tuoi obiettivi

Senza obiettivi chiari non può esistere una strategia vincente.

Prova a rispondere a queste domande:

  • Percepisci confusione, stanchezza, poco entusiasmo in azienda?
  • Ci sono team o persone che si sentono sempre in sovraccarico durante le giornate lavorative?
  • Ci sono incomprensioni che rendono gli ordini poco efficaci, oppure obbligano a cambiamenti in corso d’opera?
  • Ci sono collaboratori che lasciano a metà ciò che stanno facendo, oppure devono ritornarci spesso?
  • Alcuni tuoi dipendenti fanno sempre e solo le stesse cose?

Se hai risposto in maniera affermativa ad una o più di queste domande, probabilmente i tuoi obiettivi sono poco chiari, non sono condivisi e soprattutto stanno già causando conseguenze sull’efficienza della tua azienda.

Come puoi fare per definire i tuoi obiettivi?

L’analisi organizzativa aziendale è il primo passo per comprendere cosa funziona e cosa non va in azienda, aiutarti a delineare obiettivi chiari e a condividerli affinché siano tutti allineati con essi in maniera armonica, generando un beneficio comune. Non dimenticare, infatti, che definire gli obiettivi non basta: devono essere condivisi da tutte le persone della tua azienda, e per questo vanno comunicati con la massima trasparenza.

L’analisi organizzativa aziendale ti aiuterà a:

  • analizzare risorse e processi per capire cosa funziona, cosa crea i blocchi e come risolverli;
  • sviluppare un organigramma che rispecchia al 100% la tua realtà imprenditoriale;
  • rendere il clima aziendale e l’ambiente di lavoro più produttivo e sereno;
  • pianificare una concreta strategia di sviluppo e crescita.

Ricorda: i tuoi obiettivi aziendali devono rispecchiare appieno i tuoi più profondi valori!

 

Regola numero 3: Crea un’organizzazione chiara

Quante volte ti è successo di vedere un disegno e non comprenderne appieno il senso?
Oppure di non essere capace di orientarti, nonostante avessi con te una mappa che all’apparenza sembrava utile?

Questo accade perché il disegno o la mappa non sono stati realizzati correttamente, nonostante le buone intenzioni, rendendo difficile comprendere il loro messaggio e portandoti fuori strada.

La stessa cosa accade nella tua azienda. Più l’organizzazione è chiara, correttamente definita e condivisa da tutti, più avrai lo slancio giusto per raggiungere gli obiettivi di business che ti sei prefissato.
Al contrario, un’organizzazione poco chiara genera confusione, fraintendimenti, errori, blocchi… in una parola, inefficienza.

Prova a rispondere a queste domande:

  • Noti rallentamenti o blocchi nell’operatività?
  • Esiste una persona “jolly” alla quale viene sempre affidato il compito di eseguire mansioni che nessuno farebbe?
  • Ci sono persone che, anche se all’apparenza sembrano fare moltissimo, in realtà non fanno abbastanza?
  • La qualità del lavoro e dei prodotti realizzati non è soddisfacente?

Se hai risposto sì a una o più di queste domande, probabilmente ci sono difficoltà nell’organizzazione della tua impresa.

 

Cosa puoi fare per rendere la tua organizzazione vincente?

A tua disposizione hai uno strumento a dir poco prezioso: l’organigramma.
Se è stato pensato, analizzato, realizzato e messo in pratica correttamente, l’organigramma è l’elemento chiave che può davvero fare la differenza per la tua impresa.

Immagina se tutte le tue persone in azienda fossero focalizzate sull’obiettivo, sui compiti da svolgere, sugli incarichi da portare avanti e sui risultati da ottenere, quanta più forza e velocità ci sarebbe nel raggiungere i traguardi aziendali? Niente più incomprensioni e dimenticanze, meno errori e meno confusione, perché tutti finalmente possono lavorare insieme proiettati verso il risultato finale, grazie ad uno scopo di ruolo chiaro e condiviso da ciascuno.

Realizzare un buon organigramma ti aiuterà a rappresentare la tua realtà di business in modo efficace, sincero, concreto, aiutandoti a tenere tutto sotto controllo, in una produttiva armonia.

Questo è un concetto fondamentale, destinato ad accompagnarti ogni giorno nella tua vita da imprenditore!

 

Regola numero 4: Comunica correttamente

Non è sufficiente definire ruoli, obiettivi e attività: è indispensabile che anche la comunicazione sia lineare e fluida all’intero della tua azienda. In questo modo, ciascuna azione risulterà più semplice, e anche l’operatività stessa ne trarrà un enorme beneficio.

Anche se gli obiettivi e l’organizzazione sono chiari e funzionano, ciò non significa automaticamente che la comunicazione interna stia funzionando bene. Questo perché possiede modalità e scopi propri, che vanno adeguatamente compresi e studiati.

Prova a rispondere a queste domande:

  • Nella tua azienda ci sono decisioni ancora ferme, che non si sbloccano?
  • Ci sono frequenti incomprensioni che causano rotture e disaccordi all’interno dei team di lavoro?
  • Ci sono troppi obiettivi non raggiunti?
  • Noti molti tempi morti nell’operatività?
  • I processi sono scorrevoli o invece rallentano o, peggio, si bloccano?
  • Accade spesso che sia necessario rifare alcuni progetti, oppure che il lavoro si presenti con evidenti errori?

Se hai risposto sì a una o più di queste domande, probabilmente la comunicazione nella tua impresa non sta funzionando come dovrebbe.

Come puoi realizzare una comunicazione che funziona?

  • No alle informazioni generiche: approfondisci tutto ciò che ti viene detto, se serve chiedi delucidazioni.
  • Cerca di comprendere se quello che ti viene riportato è sufficientemente esaustivo o se il tuo collaboratore resta superficiale: in quest’ultimo caso, è necessario fare chiarezza e comprendere come mai lui stesso non conosca ciò di cui sta parlando.
  • Ascolta sempre attentamente e per intero ciò che ti riferiscono i tuoi collaboratori.
  • Fai una lista delle informazioni e dei compiti che tornano indietro dopo che li hai assegnati; utilizza parte del tuo tempo per comprendere come mai succede e cosa si è inceppato nel meccanismo.
  • Prova a prestare attenzione alla circolazione delle informazioni: scorrono naturali o ad un certo punto si fermano? E perché succede? C’è una persona che causa il blocco? Una volta che ti sei risposto, agisci affinché non accada più.
  • Organizza riunioni periodiche con le tue persone.

Infine, non dimenticare la regola più importante: dai tu l’esempio per primo!

Come comunichi in azienda? Ti fai comprendere bene o percepisci confusione? Gli input che fai partire arrivano a destinazione per intero, in maniera giusta? Prova a chiedertelo ogni volta che condividi informazioni, prendi appunti e ritorna su quello che non ha funzionato finché non riesci a ottimizzare al meglio la tua comunicazione.

Regola numero 5: Lavora sulle responsabilità

Comprendere il perché di ciò che facciamo è il primo passo verso il successo. Senza uno scopo, senza una responsabilità, ogni azione risulta sterile e priva di senso. L’hai mai notato?

Quando invece condividi lo scopo con le tue persone, quando rendi chiaro e ben definito il ruolo di ciascuno e le responsabilità ad esso collegate, tutto risulta più efficiente: l’operatività è al massimo, i risultati arrivano in maniera più armoniosa e veloce, i processi sono più ordinati e senza blocchi.

La tua azienda è un vero organismo, dove tutto procede bene e in funzione dell’obiettivo.

La parola d’ordine, in questo caso, è consapevolezza.
È necessario essere sempre consapevoli delle proprie responsabilità, e in particolare delle conseguenze che generano tutte le nostre azioni.
Incominciamo subito a seminare bene, con azioni capaci di amplificare la forza dell’azienda, le potenzialità di ciascuno, la rapidità nel raggiungere gli obiettivi e la qualità del lavoro.
Sviluppiamo l’efficienza!

Prova a rispondere a queste domande:

  • Noti confusione nel comprendere bene “chi fa cosa, quando e come”?
  • Riscontri un abbassamento nella qualità del lavoro realizzato, sia per quanto riguarda i prodotti che i servizi offerti?
  • Ci sono collaboratori scarichi mentre altri sono sempre in sovraccarico?
  • Gli errori continuano a ripetersi uguali?
  • I risultati vengono raggiunti con tempi troppo lunghi?
  • Il ritardo è diventato la norma?
  • La gestione dei progetti è superficiale?

Se hai risposto sì a una o più di queste domande, probabilmente le responsabilità di ciascuna persona all’interno dell’organizzazione non sono chiare.

Come puoi aumentare la consapevolezza sulle responsabilità?

  • Realizza o rivedi l’organigramma aziendale, controllando che sia attuale, che rispecchi la tua realtà e che funzioni. In questo, è indispensabile l’aiuto di un professionista che possa trasformarlo nello strumento vincente della tua impresa.
  • Condividi l’organigramma, fai conoscere a ciascuno lo scopo del proprio ruolo e i risultati che ti aspetti vengano raggiunti.
  • Lavora sulla fiducia reciproca: comprendi quali collaboratori sono affidabili, e quindi meritano la tua motivata fiducia a fronte di obiettivi e risultati raggiunti. Ricorda: le persone affidabili sono una garanzia per conquistare il tuo sogno imprenditoriale!
  • Analizza te stesso: ci sono blocchi che partono anche da te? Se è così, ascolta la tua azienda e cerca di comprendere quali trai i tuoi collaboratori possono aiutarti a portare a termine le tue stesse responsabilità.
  • Organizza bene ciascun progetto in base alle priorità e abitua i tuoi collaboratori a fare lo stesso.
  • Accetta un cambiamento alle procedure consolidate, che hanno già portato al successo, solo se correttamente giustificato, altrimenti potrebbe rivelarsi un boomerang.

Il percorso di gestione aziendale con Amajor

La tua azienda è articolata e in costante evoluzione, e per essere gestita in modo ottimale ti servono gli strumenti giusti.

In Amajor ci prendiamo cura del tuo business per aiutarti ad ottenere una gestione produttiva, efficace e ottimale. Lo facciamo attraverso percorsi personalizzati, basati sulle tue reali necessità, frutto di azioni concrete e strategie mirate per sviluppare la tua impresa sana e forte.

La tua azienda merita di raggiungere grandi risultati. Scopri come!

Condividi sui social

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Contattaci